Arenthar

Il forum unito di Alae Noctis & Angainor
Oggi è 18/11/2019, 16:59



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 15/07/2019, 11:56 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 15/01/2017, 23:45
Messaggi: 67
Non connesso
Profilo

Il bardo rimase ad ascoltare il grosso omone e con stupore rispose: " Ma come? I cannibali gli hanno fatto la pelle?.. Voi, insieme alla vostra ciurma, avevate detto a me e alla mia compagnia che era se ne era tornato sulla nave!.." disse lasciando un momento di silenzio.
"Cioè signori fatemi capire bene....nessuno di voi si è reso conto che il signor Lime era un discepolo della Maschera?. Senz'altro si, non posso credere al contrario...Piuttosto come potete affermare con esattezza che il povero mozzo è stato vittima dei cannibali?..avete trovato il suo corpo?..se si, non avete trovato nient'altro intorno ai suoi resti che siano oggetti di valore?...non posso credere che le vostre sono solo supposizioni della sua morte e soprattutto dare la colpa ai cannibali!.. Visto che è stato un membro della famiglia non credo sia concepibile che lo abbiate abbandonato senza una prova concreta sull'isola...soprattutto senza cercare vendetta!.." esclama mantenendo una voce assa e calda, squadrando il trio che ora lo aveva praticamente circondato.
" Signor Hands...come dicevo sia al vostro Capitano William che a Lady Astra, ora abbiamo stretto un alleanza solida e duratura tra la vostra ciurma e la Sacra Compagnia e come dice il detto...chi trova un amico trova un tesoro giusto?.." disse Jack al Capo Gabbiere sorridendogli. "Proprio come tra amici, credo che sarebbe giusto scambiarci informazioni che sono di vitale importanza per noi e per le sorti di tutta Arenthar!...Già..l'oggetto che ser Harry Lime ci ha sottratto è un artefatto potente cge ci potrà aiutare a fronteggiare il male che a breve colpirà tutta Arenthar! In mare e in terra non ci sara un luogo sicuro. Noi siamo la Sacra Compagnia, sottoposti di Ser Letharey in persona. Se non lo conoscete è la massima autorità dell'ordine dei cacciatori e SOTTOLINEO che qualsiasi aiuto verrà dato alla Sacra Compagnia per ritrovare oggetti che possono aiutare le sorti dei popoli di Arenthar sarà ripagato!!.." concluse infine il bardo cercando di convincere il trio a sputare il rospo...ancora non era convinto che questi pirati sono completamente sinceri con lui..(Uso COMMEDIANTE per fare BEFRIEND a Rubeus Hands)
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 17/07/2019, 9:01 
Avatar utente

Avventuriero
Iscritto il: 04/01/2017, 22:22
Messaggi: 113
Non connesso
Profilo

[nota: non si possono usare le Chiamate sul forum, quindi consideriamo il "befriend" nullo!]

«Aye, messer bardo, il giovane Harry sicuramente è andato a chiamare aiuto dalla nave, quando le cose fra noi si sono messe male. Non ci dimentichiamo che voi avete stretto un accordo con uno dei nostri nemici giurati, quel Dakalaashana che era a capo dei selvaggi: quella non è stata una cosa facile da digerire. Considerato quanto fosse scaltro, ho pensato di ritrovarlo sulla Nebula, ma, ahimé, al momento di salpare abbiamo capito che non si era imbarcato. Probabilmente gli indigeni che hanno attaccato la signora Quartiermastro, il signor Hornigold e voi devo averlo barbaramente trucidato». L'omone mima il gesto di togliersi il cappello. Il suo tono è molto rattristato nel parlare della scomparsa del giovane, ma assume poi un tono duro quando prosegue. «La legge del mare è chiara. Chi indietro rimane, indietro viene lasciato. Questo non vuol dire che si possa chiamare "ladro" così alla leggera ...».
«Signor Hands,» interviene il capitano «sono certo che il bardo non intendesse offendere nessuno. Quanto a voi, messer Willow, vi posso assicurare, se è ciò che credete, che noi non vi abbiamo sottratto alcunché, benché meno un manufatto magico tanto potente. Abbiamo già abbastanza guai con un Principe Pirata alle calcagna. Se preferite, posso invertire la rotta e tornare sull'isola, dove comunque dovremmo riapprodare per riprendere le nostre poche risorse e cercare una nuova base». Per un istante rabbrividisce e i suoi occhi si sgranano come al ricordo di un incubo. «Non credo di potermi più sentire al sicuro in quel luogo o ...». Guarda Astra e scuote il capo, pur non cancellando del tutto quell'espressione. «Messer Willow, ho dato la mia parola che vi avrei accompagnato sul continente e che vi avrei aiutato ogni qual volta fosse possobile, a voi e alla vostra Sacra Compagnia. Non vi serve tirare fuori il nome del Gran Maestro Letarey, poiché per me e per noi non significa nulla: al contrario, Jack Willow e gli altri suoi compagni saranno sempre qualcosa di concreto come il vento che gonfia le mie vele e il rum che mi riempie il bicchiere» conclude abbozzando un sorriso sincero.


IC Laren Dorr
OOC Mattia Rossi
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 17/07/2019, 12:48 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 15/01/2017, 23:45
Messaggi: 67
Non connesso
Profilo

Mantiene lo sguardo su tutti e tre con attenzione fino a che si lascia andare in un sospiro.
"È sicuramente una pessima idea tornare sull'isola..e una perdita di tempo visto che sono convinto che il giovane Harry Lime sia ancora vivo e vegeto. Se l'artefatto è ancora sull'isola, torneremo a cercarlo dopo aver riferito le nostre scoperte a Ser Letharey." quest'ultima affermazione era di certo una bugia, perché Jack era convinto del furto della coppa da parte di un membro della Maschera.
"Bene signori!...direi che la nostra chiacchierata è terminata! Grazie ancora per aver dedicato qualche minuto al sottoscritto e vi ringrazio a nome mio edella Sacra Compagnia per il passaggio e per l'ottima compagnia che ci state offrendo qui a bordo.." disse il bardo con voce calda e armoniosa, accennando un cenno di capo al trio. "Capitano!...Signor Hands!....Milady!..." saluta dunque i presenti, allontanandosi lentamente. Nonostante la chiacchierata con i tre non era soddisfatto. Aveva bisogno di raccogliere più infornazioni. Forse Harry è ancora li sulla nave, tenuto nascosto sotto compenso da.qualcuno della ciurma. Per il momento non aveva ancora abbastanza informazioni per cercarlo, ma ancora non aveva parlato con la donna che pare lo conosca più di tutti. Aspettò una mezzora circa e senza farsi vedere ne dal Capitano William, ne dal signor Hands, ne da Astra, si diresse verso le cucine per incontrare Susan Hunt.
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 17/07/2019, 13:11 
Giovane avventuriero
Iscritto il: 10/10/2018, 9:42
Messaggi: 32
Non connesso
Profilo

La giovane Quartiermastra rimase in silenzio ad ascoltare i due pirati parlare con quel curioso individuo a cui la Nebula stava dando un passaggio...non rispose subito alla richiesta del bardo ma, alla fine, decise di raccontare la sua storia quando il capitano fini di parlare "voi ci chiedete di questo Harry, mozzo della Nebula...o forse ex...sul fatto che si era unito a noi proprio la sera prima della nostra partenza per l'isola..." Astra cominciò a fissare un punto non ben definito fuori bordo, il giovane Harry un Guerriero sacro della maschera? Che fosse in combutta con qualcuno a bordo per recuperare solo gli dei sanno cosa? E per chi?
All'improvviso si ricordò di essere davanti a degli estranei e riprese la sua solita calma "...è proprio vero che non ci si può fidare fino in fondo di un pirata?..." disse sottovoce, quasi impercettibilmente, "bhe...posso raccontarle di come io, e quindi la Nebula siamo venuti in possesso delle informazioni che ci hanno portato su quella maledetta isola"
"innanzitutto, io non sono sempre stata nella ciurma!" aggiunse Astra senza troppi guri di parole "io prima sbrigavo altri tipi di affari in una taverna dell'arcipelago, un giorno un vecchio mercante che proveniva da chi sa dove cominciò a chiedere del rum e ad urlare le proprie gesta a non so bene chi...e continuare a bere...più il rum si svuotava, e maggiore era l'attenzione che gli davo...sembrava in possesso di una antica mappa rinvenuta chissa dove, una volta la aveva sottratta dopo un duello ad un noto Cacciatore della Teocrazia, un'altra dopo aver sedotto l'Imperatrice Samira stessa! Ma, come dire, non eccelleva certo per qualità fisiche...e così continuava a bere...infine, con il mio sguardo da cerbiatta, riuscii a dare un'occhiata alla mappa, era veramente particolare e non ne avevo mai vista una simile in vita mia"
Dopo un breve silenzio continuò :" cosi, in cambio della terza bottiglia di rum aperta, gli chiesi se potevo dargli un'occhiata alla luce del sole, il vecchio ed ormai ubriaco mercante acconsenti con quello che sembrava un gesto del capo...così avendola fra le mani mi diressi all'entrata della locanda, improvvisamente il buon mercante cadde dallo sgabello privo di sensi...oooo mi precipitati subito a chiamare un cerusico ma, ahimè, il buon mercante era morto...aaaaah chi lo avrebbe detto che si può morire per il troppo rum? "
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 18/07/2019, 9:44 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 15/01/2017, 23:45
Messaggi: 67
Non connesso
Profilo

Prima di bussare alla porta di Susan Hunt, Jack continuava a pensare a quelle poche informazioni raccolte, in particolare alle ultime espresse da Astra. Era al già al corrente che lei non è sempre stata una pirata, ma l'incontro con quello strano individuo non poteva essere casuale...così come la morte per aver bevuto troppo.
Come un turbinio, le idee sfarfallavano nella testa del bardo ronzando. C'era un disegno preciso dietro a tutto questo. Inutile però tenersi tutto dentro. Appena possibile avrebbe riunito i suoi compagni per discutere delle sue scoperte e supposizioni. Che il mercante abbia battuto davvero un noto cacciatore per avere la mappa?...molto strano, ma non così improbabile...senz'altro avrebbe avuto più possibilità in tale impresa piuttosto che rubare il cuore dell'Imperatrice di Mishtar. Chiedere all'ordine se era in possesso della mappa potrebbe essere già un inizio!... Daltronde Occhi Sottili si era raccomandato che anche i Cacciatori cercavano l'artefatto....come facevano a conoscere la sua ubicazione sull'isola. Il mistero si faceva sempre più intricato, ma piano piano Jack avrebbe sciolto tutti i nodi della matassa.
Dopo aver ragionato a sufficienza, la sua attenzione tornò sulla porta della signora Susan che gli si parava davanti e bussò nella speranza di avere risposta e di poter parlare con lei.
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 20/07/2019, 15:35 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 19/10/2017, 7:21
Messaggi: 76
Località: Prato
Non connesso
Profilo

Shaffer stava seduto sopra un barile di pesce sotto sale, appena fuori dalle cabine dei passeggeri. Aveva appena finito la preghiera del mattino e si alzò, dirigendosi verso le stanze dove il resto della sacra compagnia era alloggiato.

Si sedette ad un tavolo e rivolgendosi verso i presenti, ognuno indaffarato nelle sue cose, espose la sua domanda
"Quindi, alla fine chi volete informare dei fatti di Duvanthar? Di chi ci possiamo fidare? Chi può fare davvero qualcosa?"
"Parliamoci chiaro. C'è del marcio nella Teocrazia. Non si sa quanto, non si sa dove ma di sicuro molti non seguono i precetti degli dei, ammesso che quello che ci hanno detto sugli dei sia la verità e non una cosa costruita ad arte". "Chi è un fedele come me sa con certezza che gli dei esistono, ma nessuno sa davvero se quello che ci è stato raccontato corrisponde alla verità"
"Propongo di parlare prima con alcune persone, Kraug, Laterey...e decidere il da farsi. Altri sono troppo impulsivi per avere un opinione...lucida"


Marianini Thomas
IC: Shaffer Pyotr
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 22/07/2019, 12:42 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 15/01/2017, 23:45
Messaggi: 67
Non connesso
Profilo

Rimase per qualche minuto davanti alla porta, ma ancora nessuna risposta dalla signorina Susan. Nel frattempo la sua attenzione passò al compagno Shaffer.
"Bhe amico mio. Avrei preferito parlarne con tutta la compagnia, ma nel frattempo potremmo già tirare le somme noi due.." disse Jack avvicinandosi al combattente sacro di Arenya.
"Io sostengo che la verità che abbiamo scoperto debba essere rivelata solo a Ser Letharey. Non conosciamo i motivi per cui la storia è stata travisata e secondo il mio parere...potrebbe essere che l'attuale Concilio dei Vessilli non sappia niente se c'è un complotto o no...Tuttavia, perdonate la franchezza, la Teocrazia non è conosciuta per essere comprensiva e dopo aver conosciuto alcuni dei portatori dei Vessilli c'è il rischio che non accettino la verità scoperta a Duvanthar. Senz'altro questa bugia è stata raccontata dall'inizio e credo che soltanto l'Ordine dei Cacciatori o i reggenti di Goblinthar possano conoscere la verità e nasconderla per non scatenare una guerra tra la Teocrazia e il resto di Arenthar.." concluse il bardo stuzzicando i suoi baffetti, mantenendo un tono medio basso con il compagno Shaffer.
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 24/07/2019, 16:11 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 23/10/2015, 12:35
Messaggi: 75
Non connesso
Profilo

Il braccio di metallo era pieno di ruggine e di salsedine. Queste continue nuotate e lo stare lontano dal campo di battaglia avevano fatto innervosire non poco il cacciatore. Le voci dei suoi compagni erano già percettibili di prima mattina, in particolar modo quella di Jack, Shaffer e altra gente della ciurma. Gente nuova di una vecchia ciurma. Forse... Il goblin non capiva molto di queste cose di mare ma di una cosa era certo, voleva tornare sulla terra ferma il prima possibile. Udite alcune parole su un certo Harry Lime, Arg lascia fare il suo braccio meccanico e tutto trafelato esce dalla sua cabina. Giunge sul ponte dove incontra il bardo e il guerriero di Arenya. Si rivolge a loro a voce alta, con la solita 'pacatezza' che lo contraddistingue : "Io non ho capito un cazzo di quello che è successo, ma avete perso un artefatto?! Ve lo siete fatto fregare da sotto il naso!? E che tipo di 'artefatto' era, di grazia?!" - riprende un attimo fiato e poi riparte con più veemenza di prima - "ma non potevate fare una normale spedizione di ricognizione?! Che cazzo è successo su quell' isola?!" - il goblin spazientito attende una risposta dai suoi compagni


OOC : Samuele Ruga
IC : Alrok Rkobed Grexikraq Spezza Ossa

Per tutti gli illetterati ARG si scrive ARG perché è un acronimo! Non Argh come il verso del pirata, non Argh tipo "sono un pò arrabbiatello con te" ma ARG poiché sono le iniziali del mio nome! Dai ce la potete fare XD
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 31/07/2019, 8:28 
Avatar utente

Avventuriero
Iscritto il: 04/01/2017, 22:22
Messaggi: 113
Non connesso
Profilo

«Ah! Rugalk! Sei vivo!!!» esclama una voce da dietro del gruppo.
*Un uomo magro e coi capelli biondi, gli occhi infossati e lo sguardo tremolante, è appena sbucato dall'angolo. In mano ha alcuni fogli e registri che lascia cadere quando sul suo viso si dipinge un'epressione di sincero terrore.
«O sei ... ancora morto?!». Cade in ginocchio e inizia a ruotare le braccia in maniera confusa, con il viso scosso da una serie di spasmi involontari. «Oh, spettro che non ha raggiunto la pace di Arenya, ascolta il buon Charlie! Vola via, vola via, vola viaaaaaaa!». Poi rivolge lo sguardo al bardo e a Shaffer e dice sottovoce, senza fermare i suoi movimenti. «Psss, voi, presto! Chiamate un Cacciatore!».


IC Laren Dorr
OOC Mattia Rossi
Top
  
Rispondi citando  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sulla nave Nebula, verso casa
MessaggioInviato: 01/08/2019, 6:51 
Avatar utente

Giovane avventuriero
Iscritto il: 19/10/2017, 7:21
Messaggi: 76
Località: Prato
Non connesso
Profilo

Shaffer assume un espressione sorpresa, poi scoppia in una rombante risata.
"Sta tranquillo amico, ARG non è il tuo goblin morto, è un nostro compagno" "ed è vivo, che Arenya mi sia testimone". Aggiunge con fare serio.

"piuttosto Jack, credi che tutti i cardinali e gran templari siano coinvolti o accecati dalle menzogne?" Non ne sono così convinto, malgrado nutra dei dubbi su alcuni. Sicuramente laterey va avvisato, ma ci sono mele marce a che dentro l'ordine.... Sicuro.


Marianini Thomas
IC: Shaffer Pyotr
Top
  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron

Alae Noctis GRV | Gioco di ruolo dal vivo
Traduzione Italiana phpBB.it